Una novità importante per i corsi di laurea in psicologia

Nell’ultima parte del 2019 c’é stata una importante novità per quello che concerne i corsi di laurea in psicologia, infatti é intervenuto anche il MIUR al fine di tutelare la natura sanitaria della professione dello psicologo.

Il Ministero dell’Università, con un Decreto Ministeriale del 23.12.19, ha previsto che i corsi di laurea in Psicologia debbano essere svolti esclusivamente “in presenza”.

Quindi già dall’anno accademico 2020/21 la modalità telematica andrà esaurita: non ci sarà la possibilità di attivare nuovi corsi, i corsi già attivi, una volta giunti alla fine, verranno chiusi in via definitiva.

Il decreto ministeriale segue al documento del “consiglio nazionale dell’ordine degli psicologi” che aveva approvato nel mese di luglio 2019 lo “Standard Formativo per la Professione sanitaria di Psicologo”.

In questo documento si affermava anche: “La necessità del superamento delle lauree telematiche, assolutamente incompatibili con la natura sanitaria della professione”.

Il documento del CNOP

Nello “Standard Formativo per la Professione sanitaria di Psicologo” si mettono in evidenza alcuni aspetti della formazione di chi ambisce a laurearsi in psicologia ed a svolgerne la professione.

Il documento racconta che già il sistema formativo 3+2 ha portato: “alla frammentazione dei corsi…segmentando la disciplina in decine di corsi di laurea dalle più svariate denominazioni (ben 54 diverse titolazioni della laurea magistrale).

Inoltre: “…che tale riforma non ha portato nessun giovamento ma solo decremento alla qualità ed unitarietà dell’iter formativo ed il ritorno al ciclo unico rappresenta una necessità inderogabile...

Il documento continua mettendo in relazione l’aumento esponenziale dei corsi, lontano dalle logiche del mercato del lavoro.

Addirittura in circa 20 anni (2001-2019 ) si é avuto un raddoppio delle sedi (da 21 a 42) dove é possibile iscriversi ad un corso di laurea triennale.

Mentre per quelli di secondo livello si é passati nello stesso arco temporale da 5 a 39 sedi, con un incremento dell’oltre il 700%.

A questi si aggiungono 9 corsi a distanza telematici.

Questa situazione ha portato ad un aumento esponenziale dei laureati e degli iscritti all’ Ordine: dai 23 mila del 1994 ai 48 mila del 2004, ai 92 mila del 2014: ogni dieci anni c’è il raddoppio degli iscritti, ad oggi sono 111.000.”

L’ordine degli psicologi mette in risalto il fatto che: non solo ci sia sofferenza rispetto al mercato del lavoro, ma anche che quella degli psicologi rappresenta la categoria professionale a più basso reddito medio tra tutte quelle iscritte ad un ordine.

  • Una novità importante per i corsi di laurea in psicologia, vedi anche: CNOP
ITALIAN TRIBUNE
Ci occupiamo di temi legati all’attualità, alla politica, all’economia e a quello che accade nel resto del mondo. I nostri post sono dedicati anche alle scienze e alle tecnologie, allo sport ed alle scienze motorie, oltreché al benessere e alle scienze umane e sociali. Cerchiamo inoltre, il più possibile, di fornire i fatti così come sono, allegando quasi sempre le fonti originarie oppure delle testate giornalistiche che riteniamo più attendibili.

Similar Articles

Commenti

Advertismentspot_img

LE PIÙ CLICCATE