Un nuovo report pubblicato sulla rivista medico-scientifica The Lancet chiarisce che i vaccini sono abbastanza efficaci nel prevenire la Covid-19 grave, inoltre che non è attualmente necessaria una terza dose alla popolazione.

Ricordiamo che Israele ha già iniziato a somministrare le dosi di richiamo (terze dosi) per i timori della variante Delta, nel frattempo l’Organizzazione mondiale della sanità ha chiesto lo stop alle terze dosi perché i cittadini delle nazioni più povere non hanno ancora ricevuto il loro primo vaccino.

Ma il report di The Lancet conclude che anche con la minaccia della variante Delta, “le dosi di richiamo per la popolazione generale non sono appropriate in questa fase della pandemia”.

Gli autori del testo hanno esaminato studi osservazionali e studi clinici ed hanno scoperto che i vaccini rimangono altamente efficaci contro i sintomi gravi di Covid-19, questo vale per tutte le principali varianti del virus, inclusa la Delta.

Il report viene trasmesso da The Times of Israel che riprende anche le parole dell’autore principale Ana-Maria Henao-Restrepo (dell’OMS): “Se i vaccini vengono distribuiti dove farebbero meglio, potrebbero accelerare la fine della pandemia inibendo l’ulteriore evoluzione delle varianti”.

I ricercatori sostengono però che le varianti attuali non si erano sviluppate a sufficienza per sfuggire alla risposta immunitaria fornita dai vaccini attualmente in uso.

Scrivono quindi che se dovessero emergere nuove mutazioni virali in grado di eludere questa risposta, sarebbe meglio fornire un vaccino appositamente modificato, dunque booster mirati a varianti più recenti.

© Riproduzione riservata