Un padre non ha potuto prendere i propri piccoli a scuola, nonostante avesse chiesto ai collaboratori scolastici di farseli accompagnare vicino ai cancelli dell’istituto.

Questo genitore non era munito di green pass e quindi aveva fatto espressa richiesta ai collaboratori di andare a prendere i bambini di 3 e 5 anni e di portarli all’ingresso dove lui li attendeva, ma in un primo momento non è stato possibile.

La nuova norma infatti vieta ai genitori privi di passaporto Covid di poter accedere agli edifici scolastici, ma non certamente di non poter attendere all’esterno che qualcuno scorti i propri figli per il rientro a casa.

In questo caso la dirigenza della scuola aveva emanato una circolare dove si specificava che non si sarebbe potuto chiedere ai collaboratori scolastici “di accompagnare in sezione il proprio figlio”.

“Avevo accettato senza obiezioni il divieto di accesso per me – ha raccontato il signore a Pro Vita & Famiglia –. Stamattina i bambini erano stati accompagnati da mia moglie, provvista di green pass, dentro la scuola. A mezzogiorno sono passato io a riprenderli, pensando che non avrei avuto nessun problema e che me li avrebbero accompagnati all’ingresso. Invece, poi, ho scoperto che il personale non docente non era autorizzato a portare i bambini“.

L’uomo ha prima detto agli impiegati che la situazione creatasi era equiparabile al sequestro, poi ha avvisato che avrebbe chiamato i carabinieri. Così la coordinatrice del plesso ha parlato con la dirigente scolastica che ha autorizzato l’uscita dei piccoli accompagnati dai collaboratori.

Subito dopo la dirigenza ha pubblicato una nuova circolare in sostituzione della precedente. Questo permetterà ai genitori senza pass vaccinale di poter accompagnare regolarmente i propri figli al cancello, per far sì che poi il personale li accompagnerà dentro la scuola.

© Riproduzione riservata