Sport: Emergenza Coronavirus Sars-Cov-2 (COVID-19)
Marzo 7, 2020 191 Visualizzazioni

Sport: Emergenza Coronavirus Sars-Cov-2 (COVID-19)

Si riportano le misure per il mondo dello sport, in versione integrale dal sito web del Ministero dello Sport alla data del 4 marzo 2020.

“Riportiamo qui per comodità di lettura le misure riguardanti il mondo dello sport così come stabilite dai Decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 e del 4 marzo 2020 (d’ora in poi DPCM) e suddivise per le aree geografiche a cui sono destinate.

Segnaliamo, prima di entrare nel dettaglio delle misure, che le disposizioni del decreto del Presidente del Consiglio del 4 marzo 2020 producono effetto dalla data di adozione del medesimo e sono efficaci, salve diverse previsioni contenute nelle singole misure, fino al 3 aprile 2020 e si applicano sull’intero territorio nazionale.

Restano ferme le misure previste dagli articoli 1 e 2 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo 2020 e successive modificazioni. Nei territori indicati negli allegati 1,2 e 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1° marzo 2020 e successive modificazioni, le misure di cui al decreto 4 marzo 2020, ove più restrittive, si applicano “cumulativamente” come ogni altra misura prevista dai predetti articoli 1 e 2.

sport covid-19

La pagina verrà aggiornata se verranno stabilite nuove misure o modificate quelle esistenti.

  1. Nei territori dei Comuni di Bertonico, Casalpusterlengo, Castelgerundo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini nella Regione Lombardia e Vo’ nella Regione Veneto(individuati nell’allegato 1 del DPCM 1 marzo 2020) Sono sospese fino al 3 aprile 2020 le manifestazioni, le iniziative sportive e gli eventi sportivi che si svolgono in luoghi pubblici o privati anche se sono tenuti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (art. 1 del DPCM del 1 marzo 2020).
  2. Nei territori delle regioni dell’Emilia Romagna, della Lombardia, del Veneto, delle province di Pesaro e Urbino e Savona(individuati nell’allegato 2 del DPCM del 1 marzo 2020) Sono sospesi fino al 3 aprile 2020, gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina sia nei luoghi pubblici che privati. Solo nei comuni che non rientrano nel elenco al punto 1 è possibile lo svolgimento di questi eventi e delle sedute di allenamento all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse.

Le attività sciistiche nei comprensori delle stesse Regioni e Province sono consentite se il gestore limita l’accesso agli impianti di trasporto chiusi (funicolari, funivie, cabinovie, ecc) ad un massimo di persone pari ad un terzo della capienza.

Fino al 3 aprile 2020 sono sospese tutte le manifestazioni, di carattere non ordinario, gli eventi sportivi in luoghi pubblici o privati anche se sono svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico.

  1. Nella sola Lombardia e nella sola provincia di Piacenzasono sospese, fino al 3 aprile, le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (con la sola eccezione dell’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza), centri culturali, centri sociali e centri ricreativi.
  2. Su tutto il territorio nazionale (artt. 1 e 2 del DPCM del 4 marzo 2020)

Fino al 3 aprile 2020 sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato. Resta consentito, nei comuni diversi da quelli di cui al punto 1 lo svolgimento dei predetti eventi e competizioni, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse, ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico; in tutti tali casi, le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano.

  1. Su tutto il territorio nazionale (art. 1 e 2 del DPCM del 4 marzo 2020)

Lo sport di base e le attività motorie in genere, svolte all’aperto o all’interno di palestre, piscine e centri sportivi di ogni tipo, sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di mantenere la distanza di almeno un metro (allegato 1, lettera d del DPCM del 4 marzo 2020); si raccomanda ai comuni e agli altri enti territoriali, nonché alle associazioni culturali e sportive, di offrire attività ricreative individuali alternative a quelle collettive interdette dal presente decreto, che promuovano e favoriscano le attività svolte all’aperto, purché svolte senza creare assembramenti di persone ovvero svolte presso il domicilio degli interessati.

Vedere anche nota del CONI del 4 marzo sull’applicazione dell’art. 2 del DPCM del 1 marzo 2020.

Ulteriori Precisazioni

Giungono richieste di chiarimenti in merito a quelle attività sportive e agli allenamenti che prevedono un contatto ravvicinato. A questo proposito occorre precisare che secondo le disposizioni del DPCM del 4 marzo, artt. 1 e 2, laddove non è possibile assicurare la distanza di almeno 1 metro, l’attività non può essere svolta.

Per quanto riguarda il settore agonistico valgono le disposizioni indicate al punto 4″.

 

Previous Nazionale basket over 65 vs Irriducibili per sostenere Vò Euganeo
Next Federico Bernardeschi: ricordiamoci di questa sofferenza

About author

Può interessarti anche

Sport

Al via la XX Special Olympics European Football Week: all’insegna dello Sport Unificato e dell’inclusione

Al via la XX edizione della Special Olympics European Football Week in tutta Europa. Sono circa 20mila i partecipanti, tra atleti e partner, rispettivamente con e senza disabilità intellettiva, sono

Sport

Coronavirus: Il Coordinamento degli Enti di Promozione Sportiva

Di seguito si riporta la comunicazione del coordinamento degli Enti di Promozione Sportiva relativa all’emergenza coronavirus. “Gli atleti, i volontari, gli operatori dello sport di base sono invitati a rispettare

Sport

Il Pomigliano calcio femminile riconferma alcune giocatrici della precedente stagione

L’ASD Calcio Pomigliano Femminile comunica l’elenco di calciatrici riconfermate dalla precedente stagione: Del Pizzo Ilaria – Portiere Apicella Gaia-Difensore e Capitano La Manna Caterina-Difensore Lombardi Ilaria-Difensore Russo Mary-Centrocampista Russo Manu-Centrocampista