Covid, rivelazione choc: “Nei dati pure chi non é morto per il virus”, titola Il Giornale il 10 luglio (2021).

Sembrano esserci dunque delle novità in merito al numero di decessi attribuiti alla Covid, ne dà notizia la testata Il Giornale che ha potuto visionare la nota di trattazione dell’Avvocatura dello Stato, depositata presso Tribunale Civile di Roma, relativa alla causa intentata da oltre 500 familiari delle vittime della Covid.

Si parla di un atto di accusa lungo 2.099 pagine per un valore dell’indennizzo di 100 milioni di euro.

“Il rapporto tra casi confermati e vittime in Italia non si discosta da quello esistente nel resto del mondo”, scrive l’Avvocatura dello Stato.

“Gli stessi dati riferiti all’Italia – scrive ancora l’Avvocatura – devono essere valutati con le dovute precauzioni” in quanto quei numeri “classificano tra deceduti tutti coloro i quali avevano il virus al momento del decesso e non – come avvenuto da altri Paesi (…) – soltanto coloro i quali sono deceduti a causa del virus stesso”.

Queste ‘scoperte’, come abbiamo accennato sopra, si trovano all’interno della nota di trattazione degli avvocati di Palazzo Chigi, che i giornalisti de Il Giornale hanno già avuto tra le mani.

📱📲  CONDIVIDI, ISCRIVITI E FAI ISCRIVERE AL CANALE:

https://t.me/italiantribune

💻📱 VISITA E SEGUI IL PORTALE WEB:

www.theitaliantribune.it

SE FAI PARTE DI UN PORTALE WEB, TESTATA, BLOG, SITO AGGREGATORE DI NOTIZIE, LEGGI QUI PER LE MODALITA’ DI CONDIVISIONE DEI TESTI E DEI NOSTRI POST

Come condividere