Il match di semifinale degli europei 2020 della nostra nazionale si conclude nel migliore nei modi con una vittoria che arriva in extremis e solo ai calci di rigore.

La Nazionale italiana, che ha sfidato quella spagnola, termina la sua partita dopo i tempi regolamentari ed i supplementari (1-1), vincendo ai rigori.

Nello stadio di Wembley, prima del match, hanno risuonato le note della canzone cantata da Raffaella Carrà, “A far l’amore comincia tu” (1976), morta l’altro ieri.

“La scomparsa di un’icona come Raffaella Carrà donna innovativa e artista straordinaria, ha colpito tutti. Prima di Italia-Spagna, la sua partita, vogliamo ricordarla con allegria, ascoltando insieme la sua musica carica di energia”, queste le parole del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina.

Nel frattempo Facebook, poche ore prima del match, aveva comunicato che fino a quel momento erano oltre 45milioni i post a tema Europei di calcio, pubblicati sulla piattaforma, con una maggioranza per il team inglese.

Le formazioni in campo: per l’Italia (4-3-3) Donnarumma, Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson, Barella, Jorginho, Verratti, Chiesa, Immobile, Insigne; per la Spagna (4-3-3) Simon, Azpilicueta, Eric Garcia, Laporte, Jordi Alba, Koke, Busquets, Pedri, Ferran Torres, Oyarzabal, Dani Olmo.

Ma la partita é anche a livello politico-istituzionale infatti la nostra é l’unica Repubblica. Le quattro semifinaliste presentano ben 3 monarchie, con Filippo VI per la Spagna, Elisabetta II per Inghilterra (e Regno Unito), Margherita II per la Danimarca, Sergio Mattarella presidente della Repubblica italiana.

Il risultato della battaglia in campo é fermo fino a circa un’ora di di gioco, quando Chiesa la mette dentro dopo un contropiede perfetto, che ha visto il supporto del portiere Donnarumma (inizio azione). La reazione della Spagna é la sostituzione di Ferran Torres con Morata, mentre l’allenatore dell’Italia, Mancini, manda in campo Berardi al posto di Immobile. Al minuto 80′ arriva il goal per la Nazionale spagnola, con Morata che batte Donnarumma.

Dopo i supplementari si procede con i rigori ed é subito spavento perché Locatelli sbaglia (palla parata), per fortuna però anche lo spagnolo Dani Olmo fa lo stesso, nel suo caso tira sopra la traversa. A seguire poi saranno Belotti, Bonucci, Bernardeschi e Jorginho a segnare tutti i calci di rigore, mentre per la Spagna é Morata a farsi parare il tiro da Donnarumma.

“Ci fa molto piacere che abbiamo regalato delle bellissime serate a tutti gli italiani – afferma Mancini – e adesso ne manca una…Siamo felici di questo, ringrazio i ragazzi per aver creato qualcosa di bello…Non abbiamo fatto ancora tutto. Siamo felici per tutti gli italiani che ci hanno seguito e ci stanno seguendo in queste settimane”.

La nostra Nazionale di calcio ha vinto il suo unico Europeo nel lontanissimo 1968.  Ricordiamo però la finale del campionato europeo di calcio del 2012, quando la squadra allenata da Cesare Prandelli perse per 4-0 allo Stadio Olimpico di Kiev (Ucraina) contro la Spagna di Vicente Del Bosque (Bonucci e Chiellini, presenti oggi in Nazionale, facevano già parte di quella selezione).