Le migliori prove scientifiche suggeriscono di rinunciare all’obbligo del vaccino antinfluenzale
Gennaio 5, 2021 171 Visualizzazioni

Le migliori prove scientifiche suggeriscono di rinunciare all’obbligo del vaccino antinfluenzale

Da The italian tribune

In questi giorni abbiamo letto quest’ultima pubblicazione dell’editore Giovanni Fioriti e siamo stati colpiti dalla domanda presente sulla copertina: “Vaccinare in modo indiscriminato anziani, gravide, bambini e sanitari può risultare più dannoso che utile?

Gli autori sono Alberto Donzelli, Daniele Agostini, Paolo Bellavite, Adriano Cattaneo, Piergiorgio Duca ed Eugenio Serravalle

Gli autori specificano chiaramente che “fanno riferimento al metodo scientifico e alla medicina basata sulle prove” e che inoltre “non intendono essere strumentalizzati da posizioni antivacciniste”, aggiungono anche che però non vogliono “nemmeno rinunciare a discutere nel merito di specifici vaccini e strategie vaccinali, come si considera normale poter fare con qualsiasi altro farmaco”.

I messaggi principali del testo

All’interno della pubblicazione viene precisato che le ricerche più valide in merito alla vaccinazione antinfluenzale hanno dimostrato la sua utilità “solo in cardiopatici in fase attiva”, mentre per non cardiopatici, per le donne gravide ed i bambini “le prove non hanno mostrato una tendenza favorevole“. Per il personale sanitario invece “mancano prove valide di benefici netti”.

Ricordiamo che il Governo con la pandemia di COVID-19 ha provato ad estendere l’obbligo dell’antinfluenzale, oltreché a rafforzare la raccomandazione di vaccinazione antinfluenzale, addirittura in varie Regioni sono state fatte ordinanze per obbligare anziani e personale sanitario.

E’ giusto porre l’accento quindi sul fatto che questi obblighi sono caduti sia nel Lazio che nella regione Calabria, inoltre che la legge che era prevista sull’obbligo del vaccino antinfluenzale, promossa come necessaria per la “diagnosi differenziale” del Covid, ha fatto un passo indietro fermandosi alla “raccomandazione”.

Il testo specifica anche che la vaccinazione antinfluenzale:

  • “ha efficacia moderata nei confronti dell’influenza, ma non è efficace verso le ben più numerose sindromi influenzali da virus diversi da quelli dell’influenza
  • in base ad alcuni studi potrebbe aumentare altre infezioni respiratorie (interferenza virale), comprese alcune da coronavirus (anche se mancano prove rispetto al SARS-CoV-2. Non è comunque stato chiarito se sia risultata associata a prognosi migliore negli affetti da COVID-19
  • non consente di distinguere sindromi influenzali da forme iniziali di COVID-19, che richiedono comunque test diagnostici specifici
  • se estesa come deciso da alcune Regioni, a fronte di un bilancio netto molto incerto tra benefici e danni, comporterebbe pesanti costi organizzativi, finanziari e disagi, in competizione con possibili usi molto migliori delle risorse corrispondenti”.

Gli autori chiariscono dunque che: “Le migliori prove scientifiche suggeriscono di rinunciare all’obbligo e una moratoria sull’estensione della vaccinazione, finché nuove ricerche valide, pragmatiche, indipendenti da interessi commerciali diano risposte basate sulle prove ai tanti interrogativi sollevati”.

Noi invitiamo alla lettura ed alleghiamo il link dello studio:

Fioriti editore: Vaccinazione antinfluenzale:
che cosa dicono le prove scientifiche

Previous Lo studio di Whuan dimostra che gli asintomatici positivi non sono contagiosi
Next Covid-19. Il premio Nobel Michael Levitt: "Il livello di stupidità raggiunto è pazzesco"

About author

Può interessarti anche

Scienze e tecnologie

La grande congiunzione Giove-Saturno avverrà oggi 21 dicembre

Oggi 21 dicembre 2020 ci sarà la congiunzione di Giove e Saturno. Un evento unico e raro. Anche perché per ricordare una congiunzione di un decimo di grado, così definita

Scienze e tecnologie

Elon Musk: “Si potrebbe fermare l’invecchiamento ed invertirlo”

Da The italian tribune Il 1 dicembre di quest’anno Elon Musk ha partecipato alla premiazione dell’Axel Springer Award a Berlino in Germania. Il premio viene assegnato alle persone “particolarmente innovative”

Scienze e tecnologie

Vax over, la protesta taciuta. Il documentario di Alessandro Amori

Il documentario che alleghiamo tratta di una “protesta taciuta” avvenuta tra il 28 luglio al 22 novembre 2017. Cittadini e associazioni all’epoca scesero in piazza per esprimere il loro dissenso,