Le Agenzie russe collaborano con l’EMA e l’OMS per l’approvazione del vaccino Sputnik V

Oggi il vaccino russo è stato già approvato per l'uso in 70 paesi, con una popolazione complessiva di quattro miliardi di persone

0
142

Le agenzie russe stanno collaborando con l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) e l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) per l’approvazione all’uso del vaccino anti Covid Sputnik V, lo fa sapere il ​​ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov.

Lavrov ha sottolineato che un certo numero di paesi europei ha optato per il riconoscimento del vaccino russo, ha inoltre aggiunto che la pandemia è servita a mettere in luce la necessità di cooperazione tra Russia e Unione Europea.

Il Ministro ha detto che la Russia è pronta a stabilire relazioni costruttive con l’Ue, nonostante queste siano “state distrutte dalla stessa Ue”.

Il siero Sputnik V è stato autorizzato in Russia l’11 agosto 2020 e, ricordiamo, è stato il primo vaccino anti Covid al mondo, in assoluto, ad essere approvato ufficialmente.

Oggi il vaccino russo è stato già approvato per l’uso in 70 paesi, con una popolazione complessiva di quattro miliardi di persone.

Nel frattempo il 4 marzo l’EMA ha annunciato l’inizio della revisione continua dello Sputnik V.

Lavrov, che ha incontrato i ministri della Difesa e degli Esteri francesi, dice che la questione del riconoscimento delle Agenzie regolatorie europee “non è stata sollevata”, ma che comunque rimane “sotto controllo”.

“La Francia è tra coloro che nell’Unione europea stanno aspettando la decisione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). È in ritardo per alcuni motivi oggettivi, ma anche per alcuni soggettivi. Le nostre autorità corrispondenti lavorano a fianco dell’Agenzia europea per i medicinali e, ovviamente, lavoriamo con l’Organizzazione mondiale della sanità”, ha affermato il ministro degli Esteri della Federazione Russa.

Lavrov ha poi criticato che non siano stati revocati i brevetti di tutti vaccini, come venne suggerito questo aprile dal presidente Putin: “E’ frustrante che di fronte a un disastro così veramente globale molti cerchino di giocare a proprio vantaggio e a spese degli altri”, riporta l’Agenzia di stampa governativa russa TASS.

© Riproduzione riservata