La Corea del Nord ha rifiutato quasi tre milioni di dosi di vaccino Covid. Un portavoce ha fatto sapere che il paese ha chiesto che i sieri vengano trasferiti nelle nazioni più colpite in vista della carenza globale di vaccini.

Il farmaco della Sinovac, di fabbricazione cinese, è stato offerto nell’ambito del programma Covax che mira ad aiutare le nazioni più povere nella distribuzione e nell’ottenimento delle dosi per la popolazione.

Non è la prima volta che la Corea del Nord rifiuta i vaccini, a luglio infatti erano state già respinte circa due milioni di dosi di AstraZeneca, a causa delle preoccupazioni per i potenziali effetti collaterali.

Secondo il rapporto dell’Institute for National Security Strategy (INSS), affiliato all’agenzia di spionaggio della Corea del Sud, Pyongyang avrebbe poi esaminato (riguardo il primo rifiuto di luglio) altre opzioni per la campagna vaccinale.

© Riproduzione riservata