Indagine su neonati, picco anomalo di decessi in Scozia

21 bambini sono morti nel mese di settembre entro 28 giorni dalla nascita. Livelli che si sono registrati per l'ultima volta alla fine degli anni '80

0
1912

È stata lanciata un’indagine in Scozia sull’aumento del numero dei decessi nei neonati. I funzionari hanno lanciato l’allarme dopo che il numero di morti è aumentato a settembre di quest’anno.

Ne danno notizia dapprima l’Herald Scotland, poi The Scottish Sun, che specificano i dati ufficiali.

I dati rivelano che 21 bambini sono morti nel mese di settembre entro 28 giorni dalla nascita.

Questo ha portato il tasso di mortalità neonatale a superare per la prima volta in almeno quattro anni una soglia di allerta superiore nota come “limite di controllo”.

Sebbene – scrive l’Herald Scotland – il tasso oscilli di mese in mese, la cifra di settembre, che è riscontrata in 4,9 per 1000 nati vivi, è alla pari con i livelli che si sono registrati per l’ultima volta alla fine degli anni ’80.

Public Health Scotland (PHS), che è uno degli organismi che attualmente stanno studiando il picco di decessi, ha affermato che il fatto che il limite di controllo superiore sia stato superato “indica che esiste una maggiore probabilità che ci siano fattori oltre la variazione casuale che potrebbero aver contribuito al numero dei decessi avvenuti”.

L’ente sanitario pubblico nazionale per la Scozia ha affermato quindi di essere attualmente occupato a lavorare con lo Scottish National Neonatal Network, la Maternity and Children Quality Improvement Collaborative (Collaborazione per il miglioramento della qualità della maternità e dei bambini) ed il governo scozzese “per comprendere tutti i possibili fattori che contribuiscono ai modelli più recenti di mortalità infantile e per incorporare i risultati nel lavoro di prevenzione e miglioramento esistente”.

Ricordiamo che la Rete perinatale scozzese è composta dalla National Maternity Network (NMN) e la National Neonatal Network (NNN), che sono governate insieme come Scottish Perinatal Network (SPN). Insieme, le reti incoraggiano la collaborazione tra i servizi di assistenza alla maternità e neonatale e supportano i migliori risultati possibili per madri, bambini e famiglie.

I dati mensili sui tassi di mortalità neonatale sono disponibili solo fino a luglio 2017, ma in precedenza avevano raggiunto il picco di 3,7 per 1000 nati vivi nel marzo 2020.

Tasso di mortalità neonatale Scozia
Tasso di mortalità neonatale a settembre, pari a 4,9 per 1000 nati vivi

Le statistiche annuali sulla mortalità neonatale pubblicate dal National Records of Scotland mostrano che è in costante declino da decenni, passando da una media di 4,7 per 1000 nati vivi nel 1986-1990 a 2,2 per 1000 entro il 2016-2020.

Al momento non ci sono dettagli sulle cause di morte che coinvolgono i 21 bambini morti a settembre.

Il periodo ha coinciso con un’impennata delle presenze al pronto soccorso per i bambini sotto i cinque anni. La tendenza è stata in gran parte attribuita a un picco fuori stagione del virus respiratorio sinciziale (RSV), che normalmente circola in inverno e può causare gravi malattie, specialmente nei neonati e nei bambini piccoli.

Nessuno dei decessi è stato direttamente collegato al Covid.

Le due testate giornalistiche del Regno Unito fanno sapere inoltre che dall’inizio della pandemia in Scozia, è stato registrato un solo decesso per Covid, avvenuto nel dicembre 2020, in un bambino di età inferiore ad un anno.

© Riproduzione riservata