Il Presidente della Corte Costituzionale Giancarlo Coraggio: “Non esistono diritti tiranni”

"Non esistono diritti tiranni, non esistono diritti che prevalgono incondizionatamente sugli altri"

0
224
Il Presidente della Corte Costituzionale Giancarlo Coraggio Non esistono diritti tiranni

Il Presidente della Corte Costituzionale dott. Giancarlo Coraggio é stato intervistato dal giornalista Giovanni Floris, il video del loro incontro é stato poi diffuso alla trasmissione “Di martedì“.

Giancarlo Coraggio è un magistrato italiano, presidente del Consiglio di Stato dal 7 febbraio 2012 al 27 gennaio 2013, giudice della Corte costituzionale, oggi nuovo Presidente della Corte Costituzionale.

Floris chiede al Presidente della Corte numerose cose, tra queste se la salute può cancellare altri diritti.

Noi riportiamo la parte dove vene spiegato il conflitto tra i diritti fondamentali.

“La salute può avere, ha dei limiti? – afferma il dott. Coraggio – Mi piacerebbe rispondere: no, la salute non ha limiti. Ma farei un’affermazione sbagliata. In tutti i Paesi, ivi compresa l’Italia, il diritto alla salute si deve confrontare con i limiti di bilancio ad esempio. Con una precisazione importante: quando siamo in presenza con quelli che dal legislatore vengono definiti LEA (Livelli essenziali di assistenza), lì allora non c’é limite di bilancio che tenga. Lo Stato e le Regioni ciascuno per la sua parte hanno il dovere di prestare quella assistenza che la legge e la Costituzione richiede.

Quanto ai rapporti con gli altri diritti, la Corte si é occupata più volte di questo aspetto – continua Coraggio – cioé conflitto fra più diritti fondamentali. Per la prima volta se ne é occupata in una sentenza che riguardava l’ILVA di Taranto, il redattore era un autorevole, autorevolissimo costituzionalista, Gaetano Silvestri, il quale ha usato un espressione che poi é entrata nel nostro gergo, quella cioé secondo cui non esistono diritti tiranni, non esistono diritti che prevalgono incondizionatamente sugli altri. Sempre si pone un problema di bilanciamento tra i vari diritti, di trovare una soluzione ragionevole e proporzionata tra i vari diritti in gioco. In termini concreti si tratta di stabilire se la limitazione imposta ad un diritto per la tutela di un altro diritto sia proporzionale a queste esigenze di tutela”.

https://www.la7.it/dimartedi/video/giovanni-floris-intervista-il-neo-presidente-della-corte-costituzionale-giancarlo-coraggio-13-01-2021-359103