Gianluigi Zona, Primario di neurochirurgia e Responsabile della clinica neurochirurgica e neurotraumatologica al San Martino di Genova, il quale ha operato Camilla Canepa, afferma al quotidiano La Stampa quanto segue (riportiamo alcune sue parole):

“Non sono un virologo o un epidemiologo o un medico legale ma, a fronte del quadro che ho visto nella testa di quella ragazza, é chiaro che siamo di fronte a qualcosa di non normale…

Non avevo mai visto un cervello ridotto in quelle condizioni da una trombosi così estesa e così grave…Abbiamo optato per una craniotomia decompressiva, si è aperto il cranio per allentare la pressione interna…

Un’operazione complicata perché tutti i seni venosi erano ostruiti da trombi, uno scenario che non avevo mai visto in tanti anni di questa professione”.

La 18enne di Sestri Levante era stata trasferita in codice rosso la notte tra il 5 e il 6 giugno. Ricoverata il 5 giugno all’ospedale San Martino di Genova in seguito ad una trombosi al seno cavernoso. La ragazza aveva fatto il vaccino Covid AstraZeneca il 25 maggio nell’Open day per gli over 18.

Nel frattempo i genitori di Camilla (riportano La StampaIl Corriere ed altri quotidiani) affermano tramite il loro avvocato, non solo che la loro figlia “era sana”, ma anche che “non aveva alcuna malattia ereditaria”.

Come riporta Primocanale (Genova): “La ragazza era arrivata al pronto soccorso del piccolo ospedale di Lavagna il 3 giugno con un forte mal di testa e fotosensibilità. Era stata sottoposta a una tac, senza liquido di contrasto, e tenuta in osservazione per una notte e dimessa il giorno dopo con la prescrizione di ripetere le analisi del sangue dopo 15 giorni. Nella scheda dell’ospedale era stata indicata una piastropenia autoimmune familiare oltre alla cura per una cistite, ma non era stata indicata nella scheda anamnestica dell’hub vaccinale”.

Camilla giocava a pallavolo nella seconda divisione con la squadra VBC Casarza Ligure ed anche la Federvolley il 10 giugno ha emesso un comunicato in merito:

“Una tragica notizia ha colpito oggi il mondo del volley italiano, a soli 18 anni la pallavolista Camilla Canepa ci ha lasciato. La giovane atleta di Sestri Levante, che militava nella VBC Casarza Ligure, si è spenta nel pomeriggio dopo esser stata ricoverata il 5 giugno all’ospedale San Martino di Genova.

Da parte del presidente federale Giuseppe Manfredi, dei vice presidenti Adriano Bilato e Luciano Cecchi, del segretario generale Alberto Rabiti, del Consiglio Federale, della Federazione Italiana Pallavolo e di tutto il nostro movimento vanno alla famiglia di Camilla sentite condoglianze”.

La notizia é stata rilanciata anche da Il Giornale ed altri quotidiani.