Il Bundestag tedesco questo mercoledì (21 aprile) ha approvato la cosiddetta quarta legge sulla protezione civile. La votazione del testo, come modificato dal Comitato Sanitario, ha visto 342 parlamentari a favore, 250 che lo hanno respinto e 64 parlamentari che si sono astenuti.

Nello specifico la CDU/CSU e l’SPD hanno approvato il loro progetto di legge modificato, mentre AfD, FDP e la parte di Sinistra lo hanno respinto. Alliance 90/I Verdi si sono astenuti.

Con la “Quarta legge per la protezione della popolazione in una situazione epidemica di portata nazionale“, vengono dunque modificati la legge sulla protezione dalle infezioni nonché il terzo e il quinto libro del codice di sicurezza sociale (SGB III e SGB V).

In questo nostro post andiamo a vedere anche quanto é accaduto il 16 aprile e quanto accaduto il 21 aprile all’interno dei gruppi parlamentari del Bundestag, oltreché il testo completo che dovrà passare ora al Bundesrat.

Ci teniamo però a ricordare che nel comunicato stampa del 13 aprile, l’Ufficio federale di statistica tedesco (DESTATIS) scrive che ci sono 9.714 decessi in meno (l’11%) rispetto al periodo 2017-2020.

In breve

Con l’adozione del disegno di legge si vuole “garantire un controllo uniforme a livello nazionale della protezione dalle infezioni”. Dunque se il numero di nuove infezioni da coronavirus per 100.000 abitanti supera la soglia di 100 per tre giorni consecutivi in ​​un distretto o in una città indipendente (entro sette giorni), verranno applicate norme uniformi a livello nazionale. In base a queste norme quindi le riunioni private sono limitate ai membri di una famiglia e un massimo di un’altra persona, sono esclusi i minori di 14 anni.

Coprifuoco tra le 22:00 e le 5:00 del giorno successivo (anche se il progetto dei partiti di maggioranza prevedeva originariamente una restrizione dalle 21:00). I soggiorni al di fuori dello spazio abitativo sono consentiti se utilizzati: per esercitare una professione, per scongiurare pericoli per la vita, l’incolumità fisica o la proprietà, per esercitare diritti di custodia o di accesso, per esercitare il servizio o il mandato, segnalare da rappresentanti della stampa, della radio, del cinema e di altri mezzi di comunicazione, per la cura urgente di persone bisognose di sostegno o minori, l’accompagnamento dei morenti o la cura degli animali. E’ stata decisa una eccezione per i passeggiate serali o per chi fa jogging tra le 22:00 e mezzanotte se in uscita solitaria.

I parlamentari hanno inoltre convenuto che la legge scadrà alla fine di giugno 2021.

Con un valore di incidenza di sette giorni pari a 100, è vietata anche l’apertura di strutture ricreative, musei, cinema, teatri e strutture simili, nonché ristoranti. Sono possibili, anche con questo valore di contagi, la consegna di cibo e bevande e la loro vendita da asporto. Le modifiche alla legge prevedono anche la chiusura della maggior parte dei negozi, con esclusione di: commercio alimentare, compreso il marketing diretto, negozi di bevande, negozi di alimenti naturali, negozi per neonati, farmacie, negozi di forniture mediche, farmacie, ottici, acustici per apparecchi acustici, stazioni di servizio, punti vendita di giornali, librerie, negozi di fiori, mercati di approvvigionamento di animali, mercati di mangimi per animali e centri di giardinaggio.

Sono previste restrizioni per la pratica dello sport e l’utilizzo di servizi per il benessere del corpo. Può anche essere vietata la fornitura di alloggi per la notte a fini turistici.

Pe quanto riguarda la scuole, scuole professionali, università, istituti di istruzione extrascolastica per adulti e istituzioni simili, questi devono interrompere l’insegnamento in classe con un valore di incidenza di 165 o più. (Va detto che la bozza originaria della maggioranza prevedeva un valore di incidenza di 200). La legge fornisce anche una strategia di test per studenti e insegnanti, i quali dovrebbero essere sottoposti a test 2 volte alla settimana al fine di poter partecipare alle lezioni in aula.

Smart working a casa per i dipendenti. In questo caso, qualora non fosse possibile, i datori di lavoro dovranno spiegare all’autorità competente (se richiesto) perché il lavoro a casa non è possibile.

I contatti nel corso di un’attività professionale, la partecipazione a scioperi, l’esecuzione di mandati politici, attività di volontariato o incarichi ufficiali non contano come contatti nel contesto di riunioni private.

Per i funerali sono ammesse 30 persone invece di 15.

Prima lettura quarta legge sulla protezione civile (16 aprile 2021)

Le norme pianificate dal Governo federale nella lotta contro il Coronavirus ha incontrato una forte resistenza da parte dell’opposizione, infatti venerdì 16 aprile 2021, i relatori di FDP, Sinistra e AFD hanno accusato il governo di voler imporre condizioni irragionevoli e ingiustificabili ai cittadini in un dibattito segnato da polemiche e dure accuse. Anche i Verdi hanno criticato il fatto che il disegno di legge nella sua forma attuale non potesse essere approvato. L’Unione e il DOCUP hanno difeso in linea di principio il loro progetto di legge, ma erano aperti a modifiche nella procedura parlamentare.

Nel corso del dibattito è stata discussa una mozione del gruppo parlamentare Die Linke dal titolo “Più sicurezza e qualità della vita con test rapidi e autotest per tutti”.

Il cancelliere federale dr. Angela Merkel (CDU) ha chiarito nel suo intervento la gravità della situazione: “Non c’è modo di aggirarlo, dobbiamo rallentare la terza ondata di pandemia e fermare il rapido aumento delle infezioni…I medici di terapia intensiva inviano una chiamata di aiuto dopo l’altra”. La Merkel ha anche sottolineato che la pandemia ha dimostrato che il virus “non perdona le esitazioni…capisce solo il linguaggio della determinazione”.

Il gruppo parlamentare AFD ha accusato il governo federale di gravi errori e abusi di potere a danno dei cittadini e dell’economia, tanto é vero che il capogruppo parlamentare dott. Alice Weidel ha affermato che mai prima d’ora un governo federale aveva osato fare “così tanti attacchi alle libertà fondamentali dei cittadini, allo stato di diritto e ai principi democratici”. Il capogruppo dell’AFD ha poi aggiunto che la proposta da introdurre nell’Infection Protection Act è “un documento allarmante di pensiero autoritario” e rivela una profonda sfiducia nei confronti dei cittadini. Weidel ha addirittura rimproverato la Merkel: “Diffidi dei cittadini, ecco perché vuoi andare in giro di giorno e rinchiuderli di notte”.

Ma il politico dell’AFD ha poi proseguito ricordando che il governo federale sta spazzando via le radici federali della Repubblica, depotenziando primi ministri, amministratori distrettuali e sindaci scrivendo una “autorizzazione” nella legge per emettere ordinanze statutarie. Le restrizioni previste sono state definite “sproporzionate e incostituzionali”, oltreché inutili e controproducenti. Ma Weidel ha anche ammonito sui dati dicendo che se qualcuno fa un’obiezione, verrà liquidata come una teoria del complotto. Infine ha chiesto un approccio differenziato e la protezione mirata dei gruppi a rischio invece di limitare i diritti fondamentali per tutti e di distruggere l’intero paese.

Ma sono arrivate anche le critiche da parte del gruppo parlamentare di sinistra, che ha valutato il progetto di legge come prova del fallimento della lotta contro le pandemie. Il dr. Dietmar Bartsch ha avvisato che questo fallimento oramai é visibile a molti cittadini ed é imperdonabile. Poi ricorda che altri paesi sono riusciti a dare la libertà alle popolazioni con le vaccinazioni e che la Germania ha fallito nella campagna di vaccinazione. Il gruppo parlamentare di sinistra in una mozione ha poi chiesto test e autotest più rapidi.

“Questo non è un rafforzamento del processo democratico” – ha continuato Bartsch – ma una “demolizione per il parlamentarismo“. La deputata ha poi ricordato che i ricercatori e gli studi sul trasmissibilità attraverso aerosol hanno confermato che l’eventualità di contagio é più probabile nei locali al chiuso che all’aperto.

Il gruppo FDP ha invece posto questioni costituzionali, Christian Lindner ha ammesso che la situazione é grave, come l’incremento nelle unità di terapia intensiva, ma il coprifuoco è legalmente e praticamente discutibile. Lindner ha anticipato che la legge potrebbe fallire davanti alla Corte costituzionale federale. Ha inoltre ammonito dicendo che é necessario coinvolgere maggiormente il Bundestag in futuro e non concentrarsi solo sui colloqui tra Stato federale.

Per i Verdi invece persiste la mancanza di prospettive per i cittadini. Katrin Göring-Eckardt ha detto che non solo i cittadini si sono comportati in modo solidale, ma sono pure stati nel frattempo oppressi. Inoltre hanno affermato che il cambiamento della legge non è sufficiente per bloccare la terza ondata. Il capogruppo dei Verdi, rispetto a quanto fato dagli altri deputati, ha dubitato dei valori di incidenza espressi nella modifiche alla legge.

Il gruppo SPD ha fatto sapere che “serve anche una prospettiva di apertura” e che i paesi dovrebbero implementare il freno all’emergenza in questa fase storica. Il gruppo ha anche invitato l’opposizione a lavorare in modo costruttivo sulla modifica della legge. Bärbel Bas ha detto infatti che molte persone si aspettavano regolamenti a livello nazionale e nessuna frammentazione, ha inoltre chiesto agli stati di utilizzare subito il freno di emergenza e di non aspettare la legislazione federale.

Il gruppo CDU/CSU parla di luce già visibile alla fine del tunnel, del numero di vaccinazioni che recentemente é aumentato in modo significativo, ma che la vaccinazione da sola non è sufficiente ed occorre dunque avviare le necessarie misure di accompagnamento. Thorsten Frei ha anche detto alla Sinistra, oppostasi facendo sapere che il disegno di legge sminuirebbe il ruolo del Bundestag, ed ha confermato che il progetto di legge offre al Parlamento più opzioni che mai: “Più parlamentarismo non è affatto possibile”.

Seconda lettura quarta legge sulla protezione civile (21 aprile 2021)

Nella consultazione finale, i rappresentanti del governo federale e dei gruppi parlamentari della CDU / CSU e dell’SPD si sono battuti per l’approvazione dell’emendamento. Ralph Brinkhaus ha ricordato i molti malati e morti che il virus ha già portato via e ha detto che il loro “lavoro è proteggere la vita e la salute”.

Brinkhaus ha anche aggiunto che la legge rispetta anche il federalismo, perché il governo federale interviene solo con incidenze superiori a 100 con regolamenti federali uniformi, prima che gli stati federali siano responsabili. Il leader della fazione sindacale ha confermato che “mai come ora c’è stata tanta democrazia nella lotta contro le pandemie”.

Il gruppo parlamentare AfD, invece, ha valutato l’emendamento come prova di mezzi antidemocratici e inadeguati nella lotta alla pandemia. Alexander Gauland si è lamentato del fatto che i regolamenti fossero un attacco alle libertà civili, al federalismo e al buon senso. Il leader del gruppo AfD ha criticato la maggioranza perché – dice – che bisognava consentire più esercizio possibile all’aria aperta, inoltre che la vita pubblica viene interrotta a causa di un’incidenza che può essere manipolata in qualsiasi momento. Ma Gauland é andato oltre, perché ha ipotizzato che le restrizioni fossero intese anche come esperimento per un possibile approccio futuro, ad esempio nella politica climatica.

“Fondamentalmente, l’incidenza può essere determinata per ogni area della politica”, ha affermato il leader AfD. Poi appoggiando i manifestanti che nella giornata della votazione erano in piazza ha ricordato che i diritti fondamentali sono anche i diritti del cittadino per difendersi dallo stato: “Coloro che protestano là fuori non sono tutti piantagrane. Non puoi trasformare metà delle persone in piantagrane”.

Il gruppo parlamentare FDP, rifiutatosi di appoggiare le modifiche, ha posto preoccupazioni costituzionali che non sono state ancora risolte. Sono stati mostrati i difetti tecnici contenuti nel progetto di legge. Christine Aschenberg-Dugnus (FDP) ha fatto presente che non ci sono prove che il coprifuoco possa impedire la diffusione del virus, inoltre che una violazione così grave dei diritti fondamentali non è giustificata.

“Abbiamo bisogno di conoscenze scientifiche e non di affermazioni”, ha detto la parlamentare dell’FDP ed ha annunciato una denuncia costituzionale.

Secondo la fazione di sinistra é a rischio l’economia e l’onere principale è a carico dei cittadini. La capogruppo parlamentare Amira Mohamed Ali ha criticato: “Il governo federale barcolla da un pasticcio all’altro”. Poi anche lei ha ammonito sulle restrizioni ai diritti fondamentali, dicendo che il coprifuoco è un’interferenza con i diritti fondamentali. la parlamentare ha anche chiesto che si tenga maggiormente conto delle difficoltà sociali perché il rischio per le persone a basso reddito è più alto.

Il gruppo Alliance 90 / I Verdi, rappresentato da Maria Klein-Schmeink, ha chiarito che la situazione è molto grave e che “guidare a vista” è irresponsabile, oltreché fa dubitare della capacità di agire dello Stato.

Il ministro federale della sanità Jens Spahn (CDU) ha ammesso che le restrizioni erano dure, ma appropriate, proporzionate e adeguate alla situazione. “Il freno di emergenza è il risultato di un processo democratico”, ha detto Spahn, poi che ora devono essere prese decisioni di vasta portata, perché sempre più pazienti vengono assistiti nelle unità di terapia intensiva e la situazione negli ospedali è nuovamente drammatica.

Il ministro federale delle finanze Olaf Scholz (SPD) dice invece che la lotta contro la pandemia potrebbe durare anche più a lungo, con tutte le conseguenze economiche e sociali, che vanno salvate vite “con enormi mezzi fiscali” e che “non si tratta di uno stato permanente”, ma che “si tratta di superare la pandemia”.

Testo del Progetto della quarta legge per la protezione della popolazione in situazione epidemica di importanza nazionale

Progetto di quarta legge per la protezione della popolazione in una situazione epidemica di importanza nazionale

Articolo 1

Modifica della legge sulla protezione dalle infezioni

Legge sulla protezione dalle infezioni del 20 luglio 2000 (Gazzetta ufficiale federale I pag. 1045), modificata da ultimo dall’articolo 1 della legge del 29 marzo 2021 (Gazzetta ufficiale federale I p. 370) è stato modificato come segue:

1 Nell’indice, dopo le informazioni sulla sezione 28a, sono inserite le seguenti informazioni: “Sezione 28b Misure protettive nazionali uniformi per prevenire la diffusione della malattia da coronavirus-2019 (COVID-19) in caso di una particolare infezione, autorizzazione a emanare ordinanze”.

2 Dopo la sezione 28 bis, è inserita la seguente sezione 28 ter:

㤠28b

“Sezione 28b Misure protettive uniformi a livello nazionale per prevenire la diffusione della malattia da coronavirus-2019 (COVID-19) in caso di una particolare infezione, autorizzazione a emanare ordinanze

(1) Supera in un distretto o in una città indipendente per tre giorni consecutivi il numero di nuove infezioni pubblicate dal Robert Koch Institute in conformità con la sezione 28a paragrafo 3 frase 13 con il coronavirus SARS-CoV-2 per 100.000 abitanti entro sette giorni (incidenza di sette giorni) il valore soglia di 100, si applicano le seguenti misure dal giorno successivo al successivo:

  1. Le riunioni private in aree pubbliche o private sono consentite solo se vi partecipano al massimo i membri di una famiglia e un’altra persona, compresi quelli appartenenti alla loro famiglia partecipano i bambini di appartenenza fino a 14 anni; Riunioni che si svolgono esclusivamente tra componenti dello stesso nucleo familiare, esclusivamente tra coniugi o partner civili, oppure esclusivamente nell’esercizio dell’affidamento o dei diritti di accesso o nell’ambito di eventi per un massimo di 15 persone in caso di morte, rimangono inalterati.
  2. È vietato alle persone soggiornare fuori da un appartamento o da una struttura ricettiva e dalla relativa proprietà pacificata tra le ore 21:00 e le ore 5:00 del giorno successivo; questo non si applica a soggiorni per le seguenti finalità:
    a) scongiurare un pericolo per la vita, l’incolumità fisica o la proprietà, soprattutto di natura medica o emergenza veterinaria o altri trattamenti urgenti dal punto di vista medico,
    b) l’esercizio della professione ai sensi dell’articolo 12 comma 1 Legge fondamentale, per quanto non specificamente limitato, l’esercizio del servizio o del mandato, la rendicontazione da rappresentanti della stampa, della radio, del cinema e di altri media,
    c) esercizio di affidamento o diritti di accesso,
    d) l’assistenza urgente a persone bisognose di sostegno o minori o accompagnando i morenti,
    e) la cura degli animali o
    f) per ragioni altrettanto gravi e inconfutabili.
  3. L’apertura di strutture ricreative come in particolare parchi di divertimento, parchi giochi al coperto, strutture come stabilimenti balneari, piscine di divertimento, piscine di hotel, bagni termali e centri benessere, nonché saune, strutture come discoteche, club, sale giochi, casinò, agenzie di scommesse, centri di prostituzione e bordelli, nonché attività commerciali per il tempo libero. Sono vietati i tour della città, degli ospiti e della natura di ogni genere, di funivie, la navigazione fluviale e lacustre nel traffico escursionistico, il traffico di treni e autobus turistici e le crociere fluviali.
  4. È vietata l’apertura di negozi e mercati con traffico di clienti per offerte commerciali, il commercio alimentare, compreso il marketing diretto, nonché negozi di bevande, negozi di alimenti naturali, negozi per neonati, farmacie, negozi di forniture mediche, farmacie, ottici, acustici per apparecchi acustici, distributori di benzina, punti vendita di giornali, librerie, negozi di fiori, negozi di animali, sono esclusi i mercati degli alimenti per animali e i garden center a condizione che
    a) la vendita di beni che vanno oltre le caratteristiche abituali del rispettivo negozio, è proibito
    b) limite di un cliente per i primi 800 mq di superficie totale di vendita un cliente per 20 metri quadrati di superficie di vendita e sopra una superficie di vendita totale di 800 mq, un cliente ogni 40 mq. L’area di vendita è rispettata, tenendo conto dei clienti, le condizioni spaziali concrete devono in linea di principio essere possibili, costantemente mantenere una distanza di almeno 1,5 metri l’uno dall’altro e
    c) in locali chiusi ogni cliente deve indossare un DPI (FFP2 o equivalente) o un respiratore medico deve essere indossato.
  5. L’apertura di strutture come teatri, opere liriche, sale da concerto, palcoscenici, club musicali, cinema con fatta eccezione per i cinema drive-in, i musei, le mostre, i memoriali, così come quelli zoologici e botanici, i giardini e gli eventi correlati sono vietati.
  6. La pratica dello sport è consentita solo sotto forma di pratica senza contatto di sport individuali, che vengono praticati da soli, in coppia o con i membri della propria famiglia, nonché quando si praticano sport individuali e di squadra nell’ambito di operazioni di competizione e allenamento l’atleta professionista e l’atleta competitivo delle squadre federali e statali, se
    a) è esclusa la presenza di spettatori,
    b) l’accesso all’impianto sportivo è consentito solo alle persone necessarie per le operazioni di gara o di allenamento o è richiesta la copertura mediatica, e
    c) si osservano concetti di protezione e igiene adeguati.
  7. È vietata l’apertura di ristoranti ai sensi della legge sulla ristorazione; questo vale anche per i punti di ristoro e gli stabilimenti in cui è previsto il consumo di cibo in loco; sono esclusi dal divieto:
    a) sale da pranzo in strutture mediche o infermieristiche o strutture di assistenza,
    b) offerte gastronomiche in strutture ricettive che servono esclusivamente ad intrattenere le persone autorizzate ad essere ospitate,
    c) servizi necessari per la cura dei senzatetto,
    d) la ristorazione degli autisti di autobus a lunga percorrenza e degli autisti di lunga percorrenza che trasportano merci o merci su strada per motivi professionali, e ciò in ogni caso si può fornire la prova con un certificato del datore di lavoro,
    e) ristoranti per il personale non pubblico e mense non pubbliche se il loro funzionamento è assolutamente necessario per mantenere i processi di lavoro o per far funzionare la rispettiva struttura, in particolare se i singoli pasti non sono consumati separatamente. È possibile la compensazione; sono escluse dal divieto anche le consegne di cibi e bevande la loro vendita da asporto; non é ammessa la consumazione di cibi e bevande da asporto acquistati nel luogo di acquisto o nelle sue immediate vicinanze; la vendita da asporto è vietata tra le 21:00 e le 5:00, la consegna di cibi e bevande resta consentita.
  8. È vietato l’esercizio e l’uso di servizi per i quali la vicinanza fisica al cliente è essenziale, ad eccezione dei servizi che servono a scopi medici, terapeutici, infermieristici o pastorali, nonché attività di parrucchiere a condizione che non siano influenzate dal coinvolgimento delle norme di sicurezza sul lavoro e le maschere di protezione delle vie respiratorie (FFP2 o simili) devono essere indossate per quanto il tipo di servizio lo consenta; davanti la percezione dei servizi di un parrucchiere è da parte del cliente presentare un risultato negativo ad un test riconosciuto per l’infezione da coronavirus SARS-CoV-2 nelle 24 ore precedenti l’utilizzo dei mezzi di servizio.
  9. Quando si trasportano persone con i mezzi pubblici locali e di lunga distanza, compreso il trasporto di persone a pagamento o per motivi di lavoro con autoveicoli, inclusi taxi e il trasporto scolastico è disponibile sia per i passeggeri che per il personale di controllo e di servizio, fin dove si trova si verifica il contatto con i passeggeri, sia durante il trasporto che durante la permanenza una struttura appartenente al rispettivo traffico è obbligata a indossare una maschera respiratoria (FFP2 o equivalente); una capienza massima dei rispettivi mezzi di trasporto deve essere mirata alla metà del numero regolare consentito di passeggeri.
  10. È vietata la fornitura di pernottamenti a fini turistici.

(2) In un distretto o in una città indipendente, cade al di sotto del giorno successivo al verificarsi di misure di cui al paragrafo 1 su cinque giorni lavorativi consecutivi l’incidenza di sette giorni. Se il valore di soglia è 100, le misure di cui al comma 1 cesseranno di essere applicate il giorno successivo al successivo.

(3) Gli alunni e il personale docente delle scuole di istruzione generale e delle scuole professionali partecipano a lezioni frontali due volte a settimana mediante un test riconosciuto test per un’infezione da coronavirus SARS-CoV-2. Supera in una contea o a distretto urbano per tre giorni consecutivi l’incidenza di sette giorni la soglia di 200, così è dal giorno dopo il prossimo per le scuole, le scuole professionali, le università e le istituzioni extracurriculari, l’istruzione per adulti e istituti simili non possono tenere lezioni frontali. Gli organismi responsabili ai sensi della legge statale possono istituire cure di emergenza secondo criteri da loro specificati. Le frasi 2 e 3 si applicano mutatis mutandis alle strutture secondo la Sezione 33 nn. 1 e 2. Il paragrafo 2 si applica di conseguenza alla scadenza di tali misure, a condizione che il valore soglia pertinente sia 200. Possono essere esentate dal divieto di cui alla frase 2 le classi laureandi e le scuole per bisogni speciali.

(4) Ulteriori misure di protezione basate sulla presente legge rimangono inalterate.

(5) Le assemblee ai sensi dell’articolo 8 della Legge fondamentale così come le riunioni che servono la pratica della religione ai sensi dell’articolo 4 della Legge fondamentale non sono soggette alle restrizioni secondo il paragrafo 1.

(6) Il governo federale ha il potere di emanare ordinanze per i casi in cui l’incidenza di sette giorni supera il valore soglia di 100, ordini e divieti ai sensi della sezione 28 (1) frase 1 e 2 e § 28a paragrafo 1 saranno adottati per combattere le malattie causate dal coronavirus SARS-CoV-2. Tali ordinanze possono in particolare contenere ulteriori regolamenti e fornire misure di protezione contro infezioni, chiarimenti, semplificazioni o eccezioni, nonché regolamenti speciali per le persone immunizzate contro il coronavirus SARS-CoV-2, si può presumere o un risultato negativo di un test per un’infezione da coronavirus essere in grado di presentare SARS-CoV-2. Le ordinanze statutarie del governo federale ai sensi della frase 1 richiedono il consenso del Bundestag e del Bundesrat. Il consenso del Bundestag si considera dato se il Bundestag non ha rifiutato l’approvazione del governo federale entro sette giorni dal ricevimento della richiesta.

(7) Lo stato di Berlino e la città libera e anseatica di Amburgo sono considerate città indipendenti nel senso di questo Regolamento. Per i test riconosciuti ai sensi del presente regolamento, Robert fornisce requisiti più dettagliati Koch Institute pubblicato su Internet all’indirizzo https://www.rki.de/covid-19-tests.

(8) Questa disposizione si applica solo per la durata dell’accertamento di una situazione epidemica da parte del cittadino Campo di applicazione secondo § 5 paragrafo 1 frase 1 del Bundestag tedesco. Ciò vale anche per le ordinanze statutarie secondo il paragrafo 6.

(9) I diritti fondamentali dell’integrità fisica (articolo 2, comma 2, comma 1 Legge fondamentale), libertà della persona (articolo 2 paragrafo 2 frase 2 Legge fondamentale), libertà di circolazione (articolo 11 paragrafo 1 Legge fondamentale) e l’inviolabilità del domicilio (art. 13 comma 1 Legge fondamentale) limitato e può anche essere limitato da ordinanze ai sensi del paragrafo 6. ”

3. Nella sezione 32 frase 3, dopo le parole “diritti fondamentali”, le parole “integrità fisica
(Art. 2, comma 2, comma 1, Legge fondamentale) “e un comma inserito

4. La sezione 73 (1a) è modificata come segue:
a) Dopo il numero 11a, sono inseriti i seguenti numeri da 11b a 11k:
“11b. partecipa a una riunione contrariamente alla Sezione 28b (1) numero 1,
11c. contrariamente alla Sezione 28b (1) numero 2, rimane fuori da un appartamento,
11d. contrariamente alla Sezione 28b (1) numero 3, apre una struttura denominata lì,
11e. in violazione dell’articolo 28b (1) numero 4, apre un negozio o un mercato,
11f. in violazione dell’articolo 28b (1) numero 5, apre una struttura o organizza un evento,
11g. esercita sport in violazione dell’articolo 28b (1) numero 6,
11h. contrariamente al § 28b paragrafo 1, il numero 7 apre un ristorante o cibo o bevande in loco consumato,
11i. contrariamente alla sezione 28b paragrafo 1 numero 8 o 9 prima metà della frase, una maschera facciale ivi denominata non indossare

11y. in violazione dell’articolo 28b numero 10, fornisce un’offerta di pernottamento,
11k. contrariamente alla sezione 28b (3) frase 2, conduce l’insegnamento faccia a faccia”. b) Al numero 24, dopo le parole “Sezione 23 (8) frase 1 o frase 2”, sono aggiunte una virgola e le parole “Sezione 28b (6) frase 1” aggiunta.

Articolo 2

Modifica del terzo libro del codice della sicurezza sociale

Nel § 421d paragrafo 3 clausola 1 del terzo libro del codice sociale – Promozione dell’occupazione – (articolo 1 della legge del 24 marzo 1997, Gazzetta ufficiale federale I p. 594, 595), modificata da ultimo dall’articolo 6 della legge del 18 gennaio 2021 (Gazzetta ufficiale federale I p. S. 2) è stato modificato, la voce “20” è sostituita dalla voce “30”, la voce “40” dalla voce “60”, Sostituisci “45” con “65” e “90” con “130”.

Articolo 3

Modifica del quinto libro del codice della sicurezza sociale

Sezione 45 paragrafo 2a del quinto libro del codice della sicurezza sociale – Assicurazione sanitaria obbligatoria – (Articolo 1 della Legge del 20 dicembre 1988, Gazzetta ufficiale federale I p. 2477, 2482), modificata da ultimo dall’articolo 8 della legge del 18 gennaio 2021 (Gazzetta ufficiale federale I p. 2), è modificata come segue:
1. Nella frase 1, la voce “20” è sostituita dalla voce “30” e la voce “40” è sostituita dalla voce “60”.
2. Nella frase 2, la voce “45” è sostituita dalla voce “65” e la voce “90” è sostituita dalla voce “130”.

Articolo 4

Entrare in vigore

(1) L’articolo 3 entra in vigore il 18 gennaio 2021.
(2) Inoltre, questa legge entra in vigore il giorno successivo alla sua promulgazione

Berlino, 13 aprile 2021
Ralph Brinkhaus, Alexander Dobrindt e il gruppo parlamentare Dott. Rolf Mützenich e il gruppo parlamentare

https://www.bundestag.de/dokumente/textarchiv/2021/kw16-de-infektionsschutzgesetz-834802

Pdf – Drucksache 1928444