Il Commissario straordinario e generale dell’Esercito italiano Francesco Paolo Figliuolo, durante la sua visita di giovedì 15 aprile 2021 alla Regione Piemonte ed in presenza di Alberto Cirio, governatore della regione, ha pronunciato alcune parole sulla campagna vaccinale anti Covid, che sono state riprese anche da alcune testate.

“Mai nella storia dell’uomo, si era riusciti a produrre in così poco tempo un vaccino contro una terribile pandemia. Ma soprattutto si è iniettato in pochissimo tempo decine di milioni di dosi di vaccini, senza saperne chiaramente l’esito…Se non quello sperimentale che ha portato il vaccino ad essere approvato dalla comunità scientifica e dalle Agenzie regolatorie”.

Il Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure sanitarie di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19, aggiunge anche “che non c’è pazzia quando é stato detto: questo vaccino AstraZeneca lo proponiamo solo agli under 60. Perché – spiega il generale dell’Esercito – nella fasi di sperimentazione era stato sperimentato soltanto su 17 soggetti sopra i 60 anni, e quindi a titolo precauzionale si era pensato questo”.

Il filosofo e professore Paolo Becchi, che scrive anche per Libero Quotidiano, dal suo twitter ha diffuso il video di Figliuolo ed ha comunicato: “Questo video di Figliuolo è pazzesco. Si ammette esplicitamente che di fatto l’attuale vaccinazione di massa è sperimentale. Siamo, insomma, le cavie delle industrie farmaceutiche”.

Al Generale é stato dedicato anche un murale che si trova all’ingresso del paese Vivaro. In Friuli Venezia Giulia Figliuolo é passato a fine aprile per una visita assieme al Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio.