Cristiano Ronaldo sposta le due bottigliette di Coca Cola presenti in sala stampa durante la conferenza stampa che si è tenuta prima del match degli Europei 2020, Ungheria-Portogallo, ed invita a bere l’acqua al posto della bevanda analcolica.

In 10 secondi in pratica Cristiano Ronaldo (CR7) ha travolto l’immagine di una delle multinazionali più importanti del mondo, ma possiamo dire anche di tutto il cibo spazzatura a base di zuccheri e coloranti (il cosiddetto junk food).

Il semplice gesto del portoghese, che palesemente ha invitato il pubblico a bere acqua al posto della Coca Cola, ha provocato un tonfo (temporaneo) in borsa dell’azienda.

Il calo della compagnia é stato dell’1,6% con perdite per ben 4 miliardi di dollari (da 242 miliardi a 238 miliardi di dollari). Poca cosa per la Coca Cola, ma comunque un segno tangibile di quanto conti l’immagine e la pubblicità in questo mondo.

Nello specifico il titolo della Coca Cola Company, che era vicino ai 56,18 dollari, dopo 30 minuti dal passaggio di Ronaldo in conferenza stampa, ha visto un crollo verticale che é arrivato fino ad un minimo di 55,22 dollari per azione.