Antony Fauci: Nucleotidi morti sopra i 36 cicli di amplificazione della PCR
Novembre 14, 2020 432 Visualizzazioni

Antony Fauci: Nucleotidi morti sopra i 36 cicli di amplificazione della PCR

Il prof. Vincent Racaniello pochi mesi fa ha parlato con Fauci all’interno del suo canale youtube, non solo delle vie si trasmissione del Sars-Cov-2, ma anche della PCR ed ei cicli di amplificazione.

Il prof. della Columbia University ha chiesto inizialmente al direttore del NIAID quali sono i suoi pensieri ed i contributi relativi alle “tre vie di trasmissione: goccioline, aerosol e contatto”.

Racaniello é dottore e professore di microbiologia ed immunologia presso il College of Physicians and Surgeons della Columbia University, ed in questo incontro multimediale con Fauci pone alla luce un aspetto della PCR che stiamo trascurando un pò tutti, ovvero “il valore della carica virale determinata dalla PCR” in relazione ai cicli di amplificazione.

La discussione, dopo aver introdotto le vie di trasmissione del Sars-Cov-2, va poi avanti verso il test PCR, e qui Racaniello chiede a Fauci cose specifiche che riguardano appunto i cicli di amplificazione della PCR.

Stralcio del dialogo tra i due scienziati

Racaniello: “Ci sono state numerose segnalazioni di pazienti che hanno una riduzione dell’RNA virale per settimane, come determinato dalla PCR, non sembra essere un virus infettivo e la vera domanda è se sono sono un problema per la trasmissione, e mi chiedo se pensi che potremmo usare il valore della carica virale determinata dalla PCR per dire che questo paziente non è più contagioso e può tornare a casa, o può andare in una struttura infermieristica, perché in questo momento i medici stanno davvero attraversando un periodo difficile?”

Prof. Racaniello vilorogy

Vincent Racaniello Ph.D., Professor of Microbiology & Immunology in the College of Physicians and Surgeons of Columbia University

L’immunologo americano risponde in questo modo: “Si sta evolvendo in uno standard che se ottieni una soglia del ciclo di amplificazione di 35 o più, le possibilità che il virus sia competente per la replicazione sono minuscole. Fauci specifica anche che “Non puoi mai, se non quasi mai, coltivare virus da 37 cicli di amplificazione. Quindi penso che se qualcuno arriva a 37/38 anche 36 devi dire che sai che si sta parlando si nucleotidi morti”.

Il prof. Racaniello aggiunge: “Sì perché come sai non possiamo coltivare facilmente virus infettivi, dovremmo avere laboratori BSL-3 ovunque”.

Fauci: “esatto”

Altro intervistatore: “Quindi il ciclo di amplificazione riportare una pratica abbastanza standard che porta a fare ora una diagnosi solo positiva o negativa?

Fauci: “Voglio dire che se quando entri a fare il test sai che è negativo e quando qualcuno lo fa ed è positivo non gli danno la soglia del ciclo di amplificazione finché non torni indietro e lo chiedi (al laboratorio)”.

Previous Elon Musk ed i tamponi falsi: "Qual é l'accuratezza di un test PCR se si eseguono cicli sufficienti?"
Next Coronavirus al TG 5: "Essere positivi non significa essere malati"

About author

Può interessarti anche

Attualità

Aleta Margolis: Muoversi a scuola con il ‘Center for inspired teaching di Washington’

Aleta Margolis è la fondatrice del Center for inspired teaching di Washington, un’organizzazione no-profit che si occupa, tra le tante cose, di educazione. Questo é possibile solo insegnando all’insegnante il

Attualità

L’influenza ‘Spagnola’ ed il Covid-19: La storia ci insegna come agire

Tra le tante ricerche fatte in questi mesi, una di quelle che colpisce senz’altro é stata trovata sulla rivista medica americana JAMA (Journal of American Medical Association), che nel mese

Attualità

Kit test Covid già ordinati del 2018 e nel 2017. Può essere vero?

Può essere possibile che i kit test Covid siano stati già ordinati del 2018 e nel 2017 dalla maggior parte degli stati del mondo?? Da quello che abbiamo trovato per