In un suo comunicato la Johnson & Johnson dichiara che è stata approvata da parte della FDA degli Stati Uniti l’estensione della durata di conservazione del vaccino Covid-19 monodose Janssen.

La FDA dunque estende la durata di conservazione del vaccino Covid-19 monodose della Janssen (Johnson & Johnson) dai 4 mesi e mezzo ai 6 mesi. L’estensione vale anche per i lotti già scaduti a condizione che siano stati conservati bene.

Siamo lieti di confermare – scrive J &J – che la Food & Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha esteso la durata di conservazione del vaccino COVID-19 a iniezione singola Johnson & Johnson a sei mesi. La decisione si basa sui dati provenienti da studi di valutazione della stabilità in corso, che hanno dimostrato che il vaccino è stabile a sei mesi se refrigerato a temperature di 36-46 gradi Fahrenheit (2-8 gradi Celsius). Le date di scadenza verranno aggiornate su www.vaxcheck.jnj, dove i fornitori di vaccini possono confermare le ultime date di scadenza del nostro vaccino”.

La FDA dice alla casa farmaceutica di “fare riferimento alla propria Autorizzazione all’Uso di Emergenza (EUA) per l’uso di emergenza di Vaccino Janssen COVID 19, ripubblicato il 10 giugno 2021”, che rimandano all’emendamento EUA presentato e ricevuto il 27 luglio 2021, poi che questo emendamento della Johnson & Johnson “fornisce informazioni e dati a sostegno dell’estensione di la durata di conservazione del vaccino Janssen COVID-19 conservato a 2-8°C da 4,5 mesi a 6 mesi”.

Confermiamo – scrive la FDA – che il concorso sull’estensione della durata di conservazione da 4,5 mesi a 6 mesi se conservato a 2-8°C è applicabile a lotti che potrebbero essere scaduti prima dell’emissione della presente lettera di concorso a condizione che siano stati conservati a 2-8°C. Abbiamo completato la nostra revisione e in base alle informazioni inviate, siamo d’accordo con questo cambiamento…”.

© Riproduzione riservata