Aleta Margolis: Muoversi a scuola con il ‘Center for inspired teaching di Washington’

Aleta Margolis è la fondatrice del Center for inspired teaching di Washington, un’organizzazione no-profit che si occupa, tra le tante cose, di educazione. Questo é possibile solo insegnando all’insegnante il quale attraverso buona volontà e voglia di rimettersi in gioco, potrà acquisire una nuova consapevolezza ed una nuova didattica.

Il fine sarà quello di costruire risolutori esperti di problemi, inventori e creatori, dunque non allievi che si muovono nel mondo attraverso un pensiero unico, ma che sono appunto ispirati a pensare con la propria mente.

Agli insegnanti infatti viene chiesto di “creare un ambiente di apprendimento ispirato”, di costruire “relazioni solide con e tra” gli studenti di consentire agli “studenti di assumere la responsabilità del loro apprendimento”, di incorporare “i sentimenti, il lavoro e le domande” degli studenti “nelle pareti stesse delle classi”.

Il centro fondato dalla Margolis diffonde anche l’idea e il messaggio che attraverso l’apprendimento motorio è possibile trovare altre forme d’insegnamento, e che grazie a questo può nascere una nuova forma d’interazione insegnante-allievo, sempre all’interno delle mura scolastiche.

Aleta Margolis founder Center for inspired teaching di Washington.

L’istruzione impegna gli studenti intellettualmente, emotivamente e fisicamente. Abbiamo percorso una lunga strada per comprendere al meglio come sviluppare le giovani menti. Eppure, nonostante la ricerca che dimostra i benefici duraturi del gioco, ancora troppe nostre aule rimangono luoghi silenziosi, prive di qualsiasi elemento di motricità fisica”, come dirà la direttrice esecutiva del Center for Inspired Teaching di Washington.

Aleta parla anche di movimento legato all’apprendimento, di come possa essere fondamentale integrare fasi di movimento fisico alle lezioni scolastiche per favorire l’apprendimento cognitivo: “Il tempo per giocare liberamente costruisce i sistemi di bilanciamento dei ragazzi. Ma abbiamo anche bisogno di sottolineare il ruolo importante che il movimento fisico può e deve svolgere all’interno della classe. Impariamo a creare lezioni in cui gli studenti usano i loro corpi per esplorare i concetti matematici e di alfabetizzazione, i loro cervelli saranno più stimolati all’apprendimento”.

Ma come é possibile legare l’apprendimento in classe al movimento?

La Margolis nelle interviste rilasciate è molto chiara: “Immaginiamo che un insegnante, dopo una serie di esercizi ginnici, chieda ai suoi studenti di misurare le pulsazioni e il respiro e quindi di creare grafici per visualizzare questi risultati. Oppure che un altro insegnante disegni una grande mappa della città in cui vivono i ragazzi con del nastro adesivo sul pavimento della classe, e chieda poi agli studenti di tracciare la geografia della città a piedi da e verso i siti storici più importanti”.

Center for inspired teaching

Costruire dunque risolutori esperti di problemi, inventori e creatori.

Senza insegnanti convinti e consapevoli delle potenzialità di questi mezzi non si può certamente affrontare questa tipologia di progettazione di attività. Sosteniamo che insegnare all’insegnante sia possibile. Che si necessiti soltanto di buona volontà e voglia di rimettersi in gioco, ma anche di acquisire una nuova consapevolezza. Quindi attraverso la pratica, la didattica, la ricerca, la pianificazione, ma anche la sperimentazione e soprattutto curiosità verso le forme di apprendimento motorio che impegnano il sistema cognitivo.

“La formazione degli insegnanti è difficile e altrettanto difficile da insegnare con questa modalità. Ma ne vale la pena perché l’istruzione di livello superiore eleva le aule da luoghi statici ad ambienti di apprendimento vivaci che costruiscono risolutori esperti di problemi, inventori e creatori. Perché la scuola sia un luogo in cui i talenti di giovani siano coltivati piuttosto che estinti, abbiamo bisogno di dare agli studenti la libertà e la responsabilità ad interagire fisicamente con il mondo che li circonda”, aggiunge Aleta Margolis in un’altra delle sue interviste.

center for inspired teaching Aleta Margolis
Center for inspired teaching

L’approccio dell’inspired teaching institute

CLASSI BASATE SUL COINVOLGIMENTO

L’Inspired Teaching Institute sfida gli insegnanti di tutte le materie accademiche a migliorare i risultati degli studenti e soddisfare gli standard in modi creativi ed efficaci. In tutto l’Istituto i partecipanti sono intellettualmente, emotivamente e fisicamente coinvolti mentre approfondiscono un rigoroso esame del processo di insegnamento-apprendimento. Gli insegnanti emergono con strategie nuove e più efficaci per raggiungere ogni studente e coinvolgere gli studenti in un’analisi ponderata del materiale accademico, consentendo loro di sbloccare il potenziale dei loro studenti di pensare in modo critico e creativo, risolvere problemi complessi e collaborare in modo efficace.

inspired teaching Institute
Jéri Ogden works with the Inspired Teaching Residency

LEADERSHIP TRASFORMATIVA DEGLI INSEGNANTI

L’Istituto fornisce agli insegnanti competenze ed esperienza per assumere ruoli di leadership nelle loro scuole e distretti. I leader degli insegnanti facilitano l’apprendimento professionale per i loro colleghi durante tutto l’anno scolastico, creando un effetto moltiplicatore che estende il potere dell’Istituto ben oltre le classi dei partecipanti. Investendo nella leadership degli insegnanti, l’Inspired Teaching Institute trasforma l’esperienza scolastica per centinaia di migliaia di studenti negli Stati Uniti e oltre.

center for inspired teaching training
Center for inspired teaching training

SUPPORTO AVVOLGENTE PER TUTTO UN ANNO

L’Istituto inizia con un Intensivo estivo basato sull’improvvisazione, in cui gli insegnanti partecipano ad attività pratiche basate sull’improvvisazione per allinearsi alle migliori pratiche per l’istruzione basata sul coinvolgimento e per costruire la loro pedagogia didattica. Gli insegnanti progrediscono attraverso 5 fasi: 1) comprendersi come studenti, 2) esaminare le loro convinzioni sugli studenti, 3) analizzare le loro pratiche di insegnamento, 4) sviluppare le loro abilità didattiche, 5) sostenere un’istruzione incentrata sullo studente.
Durante l’anno, i partecipanti si impegnano in lezioni individuali in classe, riunioni di gruppo e accesso a risorse online per fornire un supporto completo agli insegnanti, con conseguenti cambiamenti duraturi nelle pratiche di insegnamento.

center for inspired teaching Aleta Margolis
Inspired teaching Institute

COACHING PERSONALIZZATO

L’apprendimento professionale efficace è radicato in classe, quindi ogni insegnante leader lavora con un allenatore di classe per continuare il proprio viaggio durante tutto l’anno scolastico. Formando un forte rapporto con il proprio coach, gli insegnanti promuovono e rafforzano la loro capacità di riflessione e le capacità pedagogiche. I coach sono professionisti di classe accuratamente selezionati ed esperti che coinvolgono gli insegnanti in discussioni e riflessioni che ampliano la loro esperienza e incoraggiano l’indipendenza e l’assunzione di rischi. Il coaching è guidato dagli obiettivi del leader dell’insegnante e si basa sull’approccio dell’insegnamento ispirato.

 

 

 

 

ITALIAN TRIBUNE
Ci occupiamo di temi legati all’attualità, alla politica, all’economia e a quello che accade nel resto del mondo. I nostri post sono dedicati anche alle scienze e alle tecnologie, allo sport ed alle scienze motorie, oltreché al benessere e alle scienze umane e sociali. Cerchiamo inoltre, il più possibile, di fornire i fatti così come sono, allegando quasi sempre le fonti originarie oppure delle testate giornalistiche che riteniamo più attendibili.

Similar Articles

Commenti

Advertismentspot_img

LE PIÙ CLICCATE