A Washington, D.C. i militari sono diventati 65.000. Oggi hanno prestato giuramento come “polizia speciale”

A Washington, D.C. i militari sono diventati 65.000. Oggi hanno prestato giuramento come “polizia speciale”

Da The italian tribune

Come abbiamo visto e scritto in un nostro precedente post, migliaia di soldati della Guardia nazionale, insieme agli aviatori provenienti da molti stati americani, si sono recati nell’area della capitale USA per sostenere le autorità federali e Washington, D.C., per la 59° inaugurazione presidenziale.

L’Operazione Capitol Response prevede anche gli avvocati dell’esercito, infatti il Maggiore dell’esercito degli Stati Uniti Donald Cravins, avvocato giudice e Guardia nazionale del Distretto di Columbia, incaricato di informare sia i soldati che gli aviatori sulle regole e linee guida della missione mentre si trovano nel District of Columbia.

“La sicurezza e la protezione del pubblico è la nostra massima priorità presso la Guardia Nazionale del Distretto di Columbia. Uno dei compiti più importanti dell’Office of the Staff Judge Advocate è garantire che soldati e aviatori siano informati e formati sulle leggi e le regole che formano la missione.

 

In qualità di avvocato dell’esercito, il mio lavoro è garantire che soldati e aviatori comprendano chiaramente le cose da fare e da non fare della missione. I miei compagni di squadra e io li informiamo sulle regole di condotta, sull’uso della forza e sulle tecniche di riduzione dell’escalation, sulle leggi del Distretto di Columbia e sui regolamenti del Dipartimento della Difesa. Esaminiamo anche scenari di formazione nella vita reale e spieghiamo i diritti e protezioni assegnate loro come soldati e aviatori ai sensi del titolo 32 del codice degli Stati Uniti”, afferma appunto il Maggiore Cravins, il quale, da ex legislatore statale ha servito come capo del personale di uno dei senatori degli Stati Uniti, quindi ha già lavorato al governo del Campidoglio.

65mila soldati Guardia nazionale a Capitol Hill

I riservisti della Guardia Nazionale pattugliano il perimetro del Campidoglio

Il giuramento delle Guardie

Nel video che segue vediamo il giuramento di alcune guardie che fanno parte dell’Operazione Capitol Response. Queste ultime giurano in qualità di polizia speciale dalle forze dell’ordine civili come la polizia del Campidoglio degli Stati Uniti, la polizia del parco degli Stati Uniti e il dipartimento di polizia metropolitano della D.C.

Oggi in città

Dan Hokanson, capo dell’Ufficio della Guardia Nazionale dice in questo momento di sono circa 65.000 soldati a Washinton, D.C. e che sono lì per proteggere la capitale. Oltre questo comunica che hanno migliaia di militari sparsi in tutti gli altri stati che sono impegnati nelle operazioni per il “Covid-19” e per l’operazione “Warp Speed“. Dunque, da fonte diretta apprendiamo che i militari da 25.000 previsti (inizialmente erano 6.000), sono diventati oggi 65.000 circa.

 

FONTE:

  • https://www.nationalguard.mil/News/Article/2474812/guards-judge-advocates-brief-soldiers-and-airmen-in-dc/
Previous Italia: L'Istat rende nota la tavola decessi del periodo gennaio-novembre per gli anni 2015-2020
Next Basket LBA: La lotta per la testa della classifica é serrata. Chi vincerà lo scudetto della serie A1?

About author

Può interessarti anche

Dal Mondo

Bufera in Gran Bretagna. Ainsworths: Omeopatia rafforza il sistema immunitario del bambino più del vaccino

Da Andrea Ippolito La Ainsworths é da qualche giorno al centro di una vera e propria “bufera”. La compagnia, che negli ultimi 5 anni ha continuato a servire come fornitore

Dal Mondo

Trump proclama il 18 gennaio come festa federale in onore di Martin Luther King jr.

Da The italian tribune Il presidente USA pochissimi giorni fa ha proclamato il 18 gennaio gennaio 2021 come Martin Luther King Jr. festa federale. Trump il 15 gennaio scrive di onorare

Dal Mondo

Jack Ma ed il sistema educativo. Il miliardario é anche attore in un film di Jet Li

Da The italian tribune Il secondo uomo più ricco é un ex insegnante di inglese con un patrimonio da 41,8 miliardi di dollari, oggi imprenditore più ricco della Cina. Jack