Sembra si sia diffusa una notizia che la British Airways si trovi in una situazione di crisi con il Governo britannico a causa della morte di tre piloti (o quattro, vedremo in seguito) che hanno ricevuto i vaccini Covid e che sono deceduti pochi giorni dopo l’inoculazione.

In alcuni vocali diffusi sui social, una voce maschile afferma che sono morti tre compagni piloti, che “i primi due ragazzi erano tra i quaranta ed i cinquanta anni”, mentre un ultimo ragazzo “sulla trentina” era “perfettamente in forma” e senza patologie pregresse. Quest’ultimo pilota sarebbe morto dopo la seconda dose di vaccino Covid, “esattamente la stessa cosa che é capitata ai primi due”, si afferma nel vocale.

Poi viene detto che “per questo motivo, la British Airways è ora in trattative di crisi con il Governo, sull’opportunità o meno di consentire ai piloti vaccinati di volare”.

Continua la voce all’interno del vocale: “Il problema con questo ovviamente è che circa l’80%, secondo il mio amico in British Airways, l’80-85% è stato vaccinato” e che dunque solo “il 10% dei piloti sarà in grado di volare”.

Ora, che siano fondati o infondati questi passaggi poco conta, perché un rappresentante della compagnia aerea ha confermato alcune cose a Reuters (cioé una delle agenzie di stampa più antiche del mondo – 1851).

Reuters infatti ha presentato questi vocali proprio alla British Airways, la quale ha chiarito che erano infondati e che non erano in corso trattative con il governo.

Il portavoce della British Airways ha però confermato che la foto diffusa da alcune persone su twitter e su altri social é autentica e veritiera (la foto rappresenta quattro libri di condoglianze accanto alle immagini incorniciate di quattro piloti della compagnia aerea).

Il portavoce ha inoltre affermato: “I nostri pensieri sono con la loro famiglia e i loro amici”, aggiungendo che nessuna delle morti è stata collegata ai vaccini.

Nel frattempo l’Agenzia di regolamentazione dei prodotti sanitari e medicinali del Regno Unito (MHRA) ha dichiarato alla Reuters che non ci sono stati colloqui di crisi con la principale compagnia aerea della Gran Bretagna.

La dott.ssa Sarah Branch, direttore della vigilanza e della gestione del rischio dei medicinali per l’MHRA, ha affermato – scrivono alla Reuters – che non sono stati “informati della morte dei piloti della British Airways dopo aver ricevuto il vaccino Covid-19”, inoltre che non hanno avuto discussioni né con British Airways o con altre compagnie aeree al fine di “impedire ai piloti di volare dopo aver ricevuto il vaccino COVID-19”. La Branch ha anche precisato che “attualmente non ci sono restrizioni sull’aviazione o su altre industrie e attività post vaccinazione”.

📱📲  CONDIVIDI, ISCRIVITI E FAI ISCRIVERE AL CANALE:

https://t.me/italiantribune

💻📱 VISITA E SEGUI IL PORTALE WEB:

www.theitaliantribune.it

SE FAI PARTE DI UN PORTALE WEB, TESTATA, BLOG, SITO AGGREGATORE DI NOTIZIE, LEGGI QUI PER LE MODALITA’ DI CONDIVISIONE DEI TESTI E DEI NOSTRI POST

Come condividere